Gestiamo, riorganizziamo e ottimizziamo
il Centro di Trattamento Rifiuti di Brissogne

Situazione attuale

Enval srl gestirà dal 1.1.2020 al 31.12.2036 il Centro di Trattamento dei Rifiuti Solidi Urbani e Speciali assimilabili agli Urbano di Brissogne.

Presso il Centro vengono conferiti tutti i rifiuti solidi urbani prodotti nei 74 Comuni della Regione Valle D’Aosta e i rifiuti Speciali assimilabili agli urbani, esclusivamente prodotti nel territorio valdostano.

I Rifiuti indifferenziati vengono smaltiti in discarica mentre i rifiuti derivanti dalla raccolta differenziata vengono messi in riserva e avviati a recupero finale in impianti specializzati previa valorizzazione del materiale nei casi in cui è prevista l’attivazione della Convenzione con i Consorzi di Filiera.

Il Conferimento al Centro di Trattamento dei rifiuti di Brissogne è regolamentato da una convenzione stipulata tra ENVAL ed i soggetti conferitori che disciplina tutti gli aspetti tecnici ed economici.
Dopo aver espletato le operazioni di accettazioni del rifiuto, consistenti nella rilevazione del peso, nei controlli di conformità e nella compilazione dei registri e dei formulari di trasporto previsti dalle norme, i rifiuti indifferenziati vengono pressati ed abbancati in discarica la cui costruzione e gestione viene condotta in conformità al Decreto Legislativo 36/2003. In particolare, il sistema di estrazione del percolato permette di mantenerne il battente sempre al minimino e la rete di captazione del biogas di minimizzare le emissioni diffuse e produrre energia elettrica nel vicino cogeneratore.
I rifiuti differenziati, dopo essere stati accettati, vengono messi in riserva in attesa di essere avviati a destino. Il Multimateriale viene pressato, per ridurre i costi del trasporto, ed avviato ad un centro di selezione per la valorizzazione finale del materiale presso il Corepla, il Cial, Ricrea. Il Cartone pressato e la carta sfusa vengono inviati ad un centro di selezione e poi al Comieco. Il vetro viene ritirato direttamente dal Coreve. Il legno, previa riduzione di volume, inviato a Rilegno. La forsu ad impianti di digestione anaerobica. Il verde biodegradabile ad impianti di compostaggio. I metalli ferrosi, farmaci, pile ad impianti di recupero autorizzati. I RAEE ai CDC.

Riorganizzazione biennio 2020 - 2021

Nel biennio 2020-2021 è prevista l’esecuzione del progetto di rifacimento del Centro di Trattamento dei rifiuti che ha tre principali obiettivi:

Dotare il centro, in conformità agli adempimenti previsti dalla Direttive Discariche (D.Lgs 36/2003) di un sistema di pretrattamento del rifiuto indifferenziato e di una successiva fase di stabilizzazione della frazione organica prima del conferimento in discarica.

Internalizzare la cernita del multimateriale per rendere il materiale conforme alle specifiche del Corepla, di Ricrea e Cial.

Incrementare l’efficienza dei presidi ambientali del sito di Brissogne mediante il confinamento di tutte le attività in ambienti chiusi e tenuti in depressione da un sistema di aspirazione dell’aria, la costruzione di un biofiltro per il trattamento dell’aria, la realizzazione di un impianto di pretrattamento del percolato di discarica basato sul processo chimico fisico per rendere gli scarichi in fognatura in conformità agli standard dettati dal Decreto Legislativo 152/2006.